informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come diventare curatore fallimentare: guida alla professione

Commenti disabilitati su Come diventare curatore fallimentare: guida alla professione Studiare a Padova

Se sei laureato, o se stai per farlo, e sei alla ricerca di una guida che ti spieghi nel dettaglio come diventare curatore fallimentare allora sei sulla pagina giusta.

Stai per addentrarti in un ambito professionalmente affascinante ma anche piuttosto delicato e complesso. E’ quindi fondamentale che prima di intraprendere qualsiasi strada tu abbia ben chiaro il quadro relativo agli obblighi del curatore fallimentare e ai requisiti che deve possedere per diventare un professionista.

Le funzioni del Curatore fallimentare

La figura di cui ci occuperemo in questo articolo è definita e disciplinata dall’art. 31 comma 1 della Legge Fallimentare.

Data la complessità dell’incarico che svolge, il Curatore è considerato al pari di un Pubblico Ufficiale della Repubblica Italiana; per tale motivo è tenuto ad adempire ai propri obblighi in base alla natura del suo incarico e con diligenza.

La sua funzione è quella di amministrare il patrimonio fallimentare attraverso lo svolgimento delle operazioni necessarie a soddisfare i crediti ammessi al passivo fallimentare.

I principali compiti del Curatore Fallimentare sono riassunti nei punti del seguente elenco:

  • Amministra il patrimonio fallimentare, sotto la vigilanza del Giudice Delegato e del comitato dei creditori
  • Prepara il programma di liquidazione
  • Si occupa della vendita dei beni
  • Predispone il progetto di riparto
  • Forma il progetto di stato passivo
  • Gestisce l’impresa nel caso in cui venga disposto l’esercizio provvisorio
  • Effettua l’inventario dei beni
  • Appone sigilli
  • Assume la qualità di parte del procedimento

Previa autorizzazione del Giudice può delegare ad altri soggetti alcune specifiche operazioni, assumendosi però i relativi costi; nell’esercizio del suo incarico può avvalersi della collaborazione di terzi, ma sotto la sua responsabilità.
Sempre previa autorizzazione del Giudice può stare in giudizio ma non può assumere la funzione di avvocato nel giudizio stesso.

Rientra tra gli obblighi del curatore fallimentare la redazione di una relazione dettagliata nella quale figurino le cause che hanno condotto l’impresa verso il fallimento.
Tale documento deve essere periodicamente aggiornato (ogni sei mesi)  in relazione alle attività svolte.

Per lavorare come Curatore Fallimentare bisogna iscriversi alla lista dei professionisti tenuta dal Tribunale. La domanda per l’iscrizione all’elenco dei Curatori Fallimentari deve essere presentata presso la segreteria del Tribunale stesso.

procedure fallimentari

Master in Curatore Fallimentare Unicusano

Un professionista che opera nell’ambito delle procedure fallimentari non può assolutamente permettersi una preparazione superficiale e approssimativa.
Abbiamo già evidenziato il complesso settore in cui opera un Curatore Fallimentare, per cui è facile comprendere l’importanza di una formazione adeguata.

Sulla base di tali presupposti l’Università Telematica Niccolò Cusano ha attivato il master in Curatore Fallimentare, un corso post-laurea di primo livello, afferente alle facoltà di Economia e Giurisprudenza, che vanta importanti plus, qualitativi, didattici e pratici.

Partiamo da quelli qualitativi.

L’attivazione del percorso di studio vanta due importanti collaborazioni, che aumentano notevolmente il valore del master: la partnership con la Law Clinic Procedure concorsuali Università Niccolò Cusano e quella con l’ACF – Associazione Curatori Fallimentari.

Il master è inoltre in fase di accreditamento per il riconoscimento dei crediti professionali presso l’Ordine degli Avvocati e l’Ordine dei Commercialisti e degli Esperti Contabili.

Entriamo nel vivo e scopriamo il dettaglio del piano didattico, strutturato per il raggiungimento di due obiettivi fondamentali: da un lato approfondire il ruolo e i compiti del Curatore nella procedura fallimentare e dall’altro affrontare le problematiche applicative più attuali, offrendo nel contempo soluzioni basate sugli indirizzi più rilevanti della giurisprudenza.

Entrambe le finalità sono perseguite attraverso argomenti e contenuti aggiornati e perfettamente allineati alle più recenti modifiche normative.

Nel dettaglio il programma del corso in Curatore Fallimentare, che prevede 60 cfu complessivi ed è suddiviso nei seguenti quattro moduli:

  • Modulo N. 1
    Introduzione al master
    Funzioni e responsabilità del Curatore Fallimentare
    Il rapporto con il Giudice Delegato
    Il rapporto con il Comitato dei creditori
    Il rapporto con il Tribunale
  • Modulo N. 2
    Gli adempimenti relativi all’apertura della procedura
    L’attività di verifica: la relazione, l’inventario i rapporti
    Il rapporto con il debitore
    La gestione dei rapporti pendenti
    La pianificazione della procedura e il programma di liquidazione
    L’esercizio provvisorio dell’impresa
    La formazione dello stato passivo
    L’udienza di verifica
    Le domande tardive
    Le impugnazioni
  • Modulo N. 3
    L’esercizio delle azioni revocatorie
    Le azioni di responsabilità
    La liquidazione dell’attivo
    La gestione dei crediti
    La rendicontazione
    I piani di riparto
    La chiusura della procedura
  • Modulo N. 4
    Gli adempimenti fiscali e tributari
    La contabilità del fallimento
    La gestione dei lavoratori

Ad aggiungere valore e qualità al piano di studio un corpo docente che oltre a professori universitari include tecnici e professionisti del settore, pronti a mettere le proprie esperienze a disposizione dei corsisti; un piccolo dettaglio che avvicina ulteriormente, e praticamente, alle reali dinamiche del mercato professionale.

Inclusa nel master la possibilità di effettuare un periodo di stage presso studi professionali che vantano esperienza e ottima reputazione nel settore delle procedure concorsuali.
L’assegnazione degli studi è a discrezione dalla Direzione e si basa prevalentemente sulle valutazioni finali e sul curriculum dei corsisti; in ogni caso l’esperienza racchiude in sé un enorme valore formativo in ottica occupazionale.

Il master ha un costo annuo di € 1.200,00, importo da corrispondere in due rate di pari importo.

Sono previste quote di iscrizione ridotte per le seguenti categorie:

  • Quota di iscrizione pari a 1.000,00 euro riservata ai dottori Commercialisti e agli Esperti Contabili, agli Avvocati iscritti all’albo e ai laureati Unicusano.
  • Quota di iscrizione pari a 900,00 euro per gli associati ACF (Associazione Curatori Fallimentari ed Esperti della Crisi d’Impresa) e per gli iscitti LCPC (Law Clinic Procedura Concorsuali).

Formazione online

Abbiamo fin qui elencato i vantaggi didattici e qualitativi del corso, che sono indubbiamente gli aspetti più importanti; ma nel corso del paragrafo abbiamo anche accennato a vantaggi di natura pratica, che per quanto possano essere considerati meno rilevanti hanno comunque un loro peso nella scelta di un percorso di studio.

Parliamo della possibilità di usufruire della modalità formativa e-learning, ovvero di una metodologia di erogazione dei contenuti a distanza che agevola e rende meno stressante la frequentazione del corso.

Il dettaglio assume un appeal ancora maggiore agli occhi di chi già lavora e, pur avendo la necessità di aggiornare e riqualificare le proprie competenze, non riesce a conciliare studio e professione.

Grazie a una piattaforma telematica di ultima generazione il master può essere frequentato a distanza.
Lo strumento mette a disposizione del corsista e-book, slides, materiale di approfondimento, test di autovalutazione e tutto ciò che è necessario per conseguire il diploma di maser in Curatore Fallimentare.

Attraverso il tuo pc connesso alla rete, con pochi semplici click, potrai accedere alla tua area riservata e seguire le lezioni in streaming comodamente da casa; o anche dall’ufficio durante la pausa pranzo.
La piattaforma funziona anche su dispositivi mobile quali smartphone e tablet, quindi potrai eventualmente studiare anche in autobus, in metro o al parco.

Tutto il materiale didattico è disponibile online, 7 giorni su 7 e senza vincoli di orario. In questo modo potrai decidere in base alle tue esigenze e ai tuoi impegni di lavoro quando, dove e per quanto tempo dedicarti all’apprendimento.

Nel caso poi avessi bisogno di supporto e assistenza puoi sempre contare sulla disponibilità dei tutor, contattabili attraverso sistemi di messaggistica istantanea, chat e video-conferenza.

Per qualsiasi dubbio o chiarimento non esitare a contattarci attraverso il form online che trovi cliccando qui!
Siamo pronti a rispondere a tutte le tue domande 🙂

Informativa ai sensi dell'art. 13 del Decreto Legislativo n. 196/2003

"Codice in materia di protezione dei dati personali" 

Tenuto conto dell'obbligo di informativa nei confronti degli interessati in relazione al trattamento dei dati personali degli studenti, l'Unicusano Università  Telematica Roma, con sede in Roma, in Via Don Carlo Gnocchi 3, in qualità  di titolare del trattamento dei dati Le fornisce le seguenti informazioni:

  1. I dati personali (nome, cognome, indirizzo email, numero di telefono), raccolti attraverso la compilazione del form o al momento dell'immatricolazione, i dati connessi alla carriera universitaria e comunque prodotti dall'Università Telematica nell'ambito dello svolgimento delle sue funzioni istituzionali, saranno raccolti e trattati, nel rispetto delle norme di legge, di regolamento e di principi di correttezza e tutela della Sua riservatezza, per finalità connesse allo svolgimento delle attività istituzionali dell'Università , in particolare per tutti gli adempimenti connessi alla piena attuazione del rapporto didattico ed amministrativo con l'Università ;
  2. Il trattamento sarà  effettuato anche con l'ausilio di mezzi elettronici o comunque automatizzati e può consistere in qualunque operazione o complesso di operazioni tra quelle indicate all'art. 1, comma 2, lettera b) della legge (per trattamento si intende "qualunque operazione o complesso di operazioni svolte con o senza l'ausilio di mezzi elettronici, o comunque automatizzati, concernenti la raccolta, la registrazione, l'organizzazione, la conservazione, l'elaborazione, la modificazione, la selezione, l'estrazione, il raffronto, l'utilizzo, l'interconnessione, il blocco, la comunicazione, la diffusione, la cancellazione e la distribuzione dei dati");
  3. I dati personali saranno inoltre comunicati e diffusi dall'Università  attraverso i propri uffici - sia durante la carriera universitaria dell'interessato che dopo la laurea - a soggetti, enti ed associazioni esterni, per iniziative di orientamento lavoro (stage) e per attività  di formazione post-laurea;
  4. I dati personali potranno essere comunicati ad altri soggetti pubblici quando la comunicazione risulti comunque necessaria per lo svolgimento delle funzioni istituzionali dell'Università  richieste dall'interessato, quali, ad esempio, organi pubblici preposti alla gestione di contributi per ricerca e borse di studio;
  5. Informazioni relative ai laureati, ovvero nominativo, data di nascita, indirizzo, numero di telefono, titolo della tesi e voto di laurea, saranno immesse sulla rete per consentire la diffusione dei dati nell'ambito di iniziative di orientamento di lavoro e attività  di formazione post-laurea.
  6. Per disattivare le future comunicazioni dirette con UNICUSANO o richiedere la cancellazione dei dati personali raccolti può rivolgersi al responsabile del trattamento dei dati personali presso UNICUSANO, via Don Carlo Gnocchi 3, 00166 Roma o inviare una mail con la richiesta di cancellazione all'indirizzo informazioni@unicusano.it. Nei confronti dell'UNICUSANO Università Telematica Roma, Lei potrà  esercitare i diritti previsti dall' art. 7 del Decreto Legislativo n.196/2003, rivolgendosi al responsabile del trattamento dei dati personali presso UNICUSANO, via Don Carlo Gnocchi 3, 00166 Roma.