informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Cosa fare a Padova la sera e nel tempo libero

Commenti disabilitati su Cosa fare a Padova la sera e nel tempo libero Studiare a Padova

La quotidianità di uno studente universitario è caratterizzata in maniera preponderante dallo studio ma dopo una giornata trascorsa sui libri è d’obbligo staccare la spina e trovare una risposta all’amletico quesito ‘cosa fare a Padova la sera?’.

Chiamiamo gli amici e concediamoci qualche ora di svago per combattere lo stress da esame e scaricare le tensioni accumulate durante la giornata.

Le possibilità offerte dalla città sono davvero infinite, adatte a tutti i gusti e a tutti portafogli, quindi non dobbiamo fare altro che scegliere come trascorrere il nostro preziosissimo tempo libero.

Partiamo dalla sera, il momento preferito dai giovani, studenti e non, per uscire e divertirsi.

Bar, vinerie e discoteche di Padova: i locali più gettonati per la movida degli studenti

Partiamo con qualche dritta sui locali più modaioli di Padova, ritrovi perfetti per un aperitivo, per una cena o per ascoltare musica e ballare fino a notte fonda.

Bar Zanellato

Situato in via dei Fabbri, una strada laterale di Piazze delle Erbe, all’interno del Ghetto Ebraico, il Bar Zanellato è attualmente uno dei bar più apprezzati dai giovani che vivono e/o studiano a Padova.

In una location moderna e colorata vengono serviti drink e long drink di ogni genere tra i quali tantissime varianti di Spritz, specialità della casa.

Per accompagnare le bibite tanti snack sfiziosi ma anche panini, toast, insalate e crostoni.

Da non perdere la serata del mercoledì, quando il locale è letteralmente preso d’assalto dagli studenti universitari.

Enoteca La Moscheta

In Corso Milano, sotto i portici che precedono Riviera Albertino Mussato si trova uno dei locali più apprezzati dagli amanti del vino: La Moscheta (famosa commedia del drammaturgo padovano Ruzante).

Non parliamo di una vineria qualsiasi ma di un’enoteca che vanta ben trent’anni di attività, nel corso dei quali è diventata il punto di riferimento della città per tutti gli appassionati di vini.

In un ambiente luminoso, spazioso e accogliente, sono oltre settecento le etichette esposte sugli scaffali che arredano le pareti; trenta quelle proposte alla mescita ogni settimana.

Tra i protagonisti delle degustazioni numerosi vini francesi, proposti tra l’altro a prezzi competitivi.

Ristorante Wine bar Godenda

Nel centro storico di Padova, a pochi passi da Piazza delle Erbe, è situato il Godenda, la location che risponde perfettamente al quesito ‘cosa fare la sera a Padova?’.

La struttura del locale è disposta su tre piani, tutti caratterizzati da ampie vetrate e da uno stile moderno; tra dettagli di design e giochi di luce si respira un’atmosfera spiccatamente metropolitana.

La proposta enogastronomica include una carta dei vini estremamente ricca nell’ambito della quale un’eccellente selezione di bollicine nazionali e internazionali.

La ristorazione si basa sia su piatti di carne che su specialità di pesce; nel menu non mancano i grandi classici della cucina locale come ad esempio il baccalà con la polenta.

Birrolandia

Per gli amanti della birra la proposta più appetibile arriva da Birrolandia, la birreria storica della città di Padova.

Tra artigianali, locali, tedesche e trappiste sono oltre 60 le tipologie di birre servite per accompagnare stuzzichini, sandwich, panini, hamburger, fritti, piadine e insalate.

Club Fishmarket

Per il post-cena Padova offre agli studenti la possibilità di divertirsi, ascoltare musica e ballare all’interno del Fishmarket, locale storico della città ricavato da un vecchio magazzino.

In uno spazio di circa 300 metri quadrati, caratterizzato da uno stile ricercato ed essenziale, si susseguono nel corso della settimana dj set, party a tema per studenti e concerti dal vivo, con una selezione musicale che spazia dal rock al blues, passando per il pop, il jazz e il reggae.

Tra i plus del locale drink e cocktail a prezzi ragionevoli.

Discoteca Story

Se non sai cosa fare a Padova il sabato sera il nostro consiglio è di valutare la possibilità di recarti allo Story in compagnia di un gruppo di amici.

Parliamo di un locale che unisce il piacere del buon cibo al divertimento della discoteca affermatosi in pochissimo tempo come punto di riferimento della movida giovanile padovana.

All’interno del locale, in uno spazio di 1.000 metri quadrati, un’ampia sala ristorante, un palco per gli spettacoli e uno strepitoso impianto audio coadiuvato da un originale gioco di luci.

Cosa fare a Padova nel week end

Proseguiamo il  nostro post con una carrellata di suggerimenti per gli studenti che, al di là della gastronomia e del divertimento, desiderano scoprire la città anche dal punto di vista artistico, culturale, storico e architettonico

Se hai un po’ di tempo libero a disposizione, il sabato o la domenica, il consiglio è quello di informarti su eventuali eventi, sagre e manifestazioni, che frequentemente vengono organizzate a Padova e nei dintorni.

Digitando sul web ‘cosa fare oggi a Padova e dintorni’, tra le varie possibilità il motore di ricerca ti restituirà un elenco di appuntamenti imperdibile per il mese in corso e per i successivi, tra i quali mostre, concerti, fiere e spettacoli teatrali.

Il nostro obiettivo non è informarti sugli eventi dei prossimi giorni in città ma fornirti una sorta di guida evergreen, da ‘sfogliare’ in qualsiasi momento, contenente idee per trascorrere il tuo tempo libero da studente a Padova e nei dintorni; i nostri spunti non hanno scadenza.

Parco Iris

Partiamo da un suggerimento ‘rilassante’, ovvero da una passeggiata all’interno del Parco Iris, così chiamato per la presenza di una grande aiuola di iris.

Situato in zona Forcellini, nella parte est di Padova,  il parco si estende su una superficie di 32.000 metri quadrati dove il verde e i fiori offrono il contesto ideale per rigenerarsi e scaricare la tensione accumulata durante lo studio.

Una volta giunti all’interno è possibile scegliere se passeggiare lungo i viali alberati, stendersi sul prato a prendere il sole oppure oziare all’ombra di un pioppo nei pressi del laghetto.

Orto Botanico

Per gli studenti che desiderano visitare Padova nel fine settimana e scoprire i suoi innumerevoli volti è un must l’Orto Botanico.

Realizzato nel lontano 1545, su progetto dell’architetto Andrea Moroni, l’Orto Botanico con le sue oltre 6.000 specie vegetali è uno dei più antichi del mondo.

In pieno centro cittadino, tra piante storiche, piante medicinali, piante velenose, piante acquatiche e strutture futuristiche destinate alla biodiversità, l’area accoglie anche una biblioteca, un erbario e vari laboratori.

Cappella degli Scrovegni

Potrà sembrare banale e superfluo ricordarla, ma se abbiamo la fortuna di studiare in una città come Padova è impossibile non valutare la possibilità di trascorrere qualche ora del nostro week end all’interno della Cappella degli Scrovegni.

Giurisprudenza, ingegneria o economia: qualunque sia la nostra specializzazione non possiamo assolutamente lasciarci sfuggire l’occasione di ammirare uno dei più importanti capolavori artistici di tutti i tempi.

Le origni di quello che è attualmente considerato un grande tesoro artistico sono legate alla figura di un ricco banchiere, Enrico Scrovegni, che nel 1302 affida a Giotto il compito di affrescare gli interni della cappella di famiglia.

Il ciclo di affreschi narra la storia della salvezza dell’umanità e lo fa attraverso 38 splendide scene, ‘leggibili’ come un libro.

Musei Civici Eremitani

Un itinerario alla scoperta del volto storico, artistico e culturale di Padova non può prescindere da una visita ai Musei Civici Eremitani, ospitati nei chiostri dell’ex convento della chiesa degli Eremitani.

Il complesso, il più antico del Veneto, include il Museo Archeologico, all’interno del quale sono esposte importanti collezioni di reperti di epoca paleoveneta, pre-romana e romana, il Museo di Arte Medievale e Moderna, che annovera tra le opere il Crocifisso di Giotto, e il Museo di Arti Applicate.
Appartengono al complesso anche il Museo Bottacin, ospitato all’interno di Palazzo Zuckermann e il Museo del Risorgimento e dell’Età Contemporanea, allestito nel piano Nobile del celebre Caffè Pedrocchi.

cosa fare a Padova nel week end

La Specola

Non bisogna necessariamente essere appassionati di astronomia per programmare una visita alla Specola, l’osservatorio astronomico di Padova.

Realizzata nel 1765 all’interno della torre dell’antico Castello, la struttura accoglie il Museo la Specola, che consente di visitare gli strumenti utilizzati dagli astronomi padovani durante il Settecento e l’Ottocento.

Il percorso museale si sviluppa attraverso quattro sale, le stesse che un tempo erano utilizzate dagli astronomi come ambienti di lavoro.

Tra le sale merita di essere citata quella della Meridiana, detta anche dell’Osservatorio Inferiore, all’interno della quale è possibile ammirare il Quadrante Murale utilizzato per le osservazioni meridiane delle stelle.

Cittadella

L’ultimo suggerimento per gli studenti che frequentano master e corsi di laurea online a Padova, e che quindi possono organizzarsi liberamente per concedersi una mezza giornata di stop dallo studio, riguarda una visita alla Cittadella.

A meno di un’ora da Padova è uno spunto interessante per staccare la spina dagli impegni universitari; per chi è vincolato dagli orari delle lezioni e non ha la possibilità di spostarsi durante la settimana può comunque valutare il week end come alternativa.

La Cittadella è un centro medievale fortificato che conserva, ancora perfettamente integra, la cinta muraria.

Ciò che rende particolare il sistema difensivo, al di là dello stupefacente grado di conservazione, è il camminamento di ronda dal quale si gode di una vista insolita e di impareggiabile bellezza sulla città.

Continua a seguire il blog di Unicusano Padova, ti terremo aggiornato sulle manifestazioni e gli eventi a Padova e continueremo a fornirti idee e spunti originali per trascorrere il tuo tempo libero nella città veneta.

Informativa ai sensi dell'art. 13 del Decreto Legislativo n. 196/2003

"Codice in materia di protezione dei dati personali" 

Tenuto conto dell'obbligo di informativa nei confronti degli interessati in relazione al trattamento dei dati personali degli studenti, l'Unicusano Università  Telematica Roma, con sede in Roma, in Via Don Carlo Gnocchi 3, in qualità  di titolare del trattamento dei dati Le fornisce le seguenti informazioni:

  1. I dati personali (nome, cognome, indirizzo email, numero di telefono), raccolti attraverso la compilazione del form o al momento dell'immatricolazione, i dati connessi alla carriera universitaria e comunque prodotti dall'Università Telematica nell'ambito dello svolgimento delle sue funzioni istituzionali, saranno raccolti e trattati, nel rispetto delle norme di legge, di regolamento e di principi di correttezza e tutela della Sua riservatezza, per finalità connesse allo svolgimento delle attività istituzionali dell'Università , in particolare per tutti gli adempimenti connessi alla piena attuazione del rapporto didattico ed amministrativo con l'Università ;
  2. Il trattamento sarà  effettuato anche con l'ausilio di mezzi elettronici o comunque automatizzati e può consistere in qualunque operazione o complesso di operazioni tra quelle indicate all'art. 1, comma 2, lettera b) della legge (per trattamento si intende "qualunque operazione o complesso di operazioni svolte con o senza l'ausilio di mezzi elettronici, o comunque automatizzati, concernenti la raccolta, la registrazione, l'organizzazione, la conservazione, l'elaborazione, la modificazione, la selezione, l'estrazione, il raffronto, l'utilizzo, l'interconnessione, il blocco, la comunicazione, la diffusione, la cancellazione e la distribuzione dei dati");
  3. I dati personali saranno inoltre comunicati e diffusi dall'Università  attraverso i propri uffici - sia durante la carriera universitaria dell'interessato che dopo la laurea - a soggetti, enti ed associazioni esterni, per iniziative di orientamento lavoro (stage) e per attività  di formazione post-laurea;
  4. I dati personali potranno essere comunicati ad altri soggetti pubblici quando la comunicazione risulti comunque necessaria per lo svolgimento delle funzioni istituzionali dell'Università  richieste dall'interessato, quali, ad esempio, organi pubblici preposti alla gestione di contributi per ricerca e borse di studio;
  5. Informazioni relative ai laureati, ovvero nominativo, data di nascita, indirizzo, numero di telefono, titolo della tesi e voto di laurea, saranno immesse sulla rete per consentire la diffusione dei dati nell'ambito di iniziative di orientamento di lavoro e attività  di formazione post-laurea.
  6. Per disattivare le future comunicazioni dirette con UNICUSANO o richiedere la cancellazione dei dati personali raccolti può rivolgersi al responsabile del trattamento dei dati personali presso UNICUSANO, via Don Carlo Gnocchi 3, 00166 Roma o inviare una mail con la richiesta di cancellazione all'indirizzo informazioni@unicusano.it. Nei confronti dell'UNICUSANO Università Telematica Roma, Lei potrà  esercitare i diritti previsti dall' art. 7 del Decreto Legislativo n.196/2003, rivolgendosi al responsabile del trattamento dei dati personali presso UNICUSANO, via Don Carlo Gnocchi 3, 00166 Roma.