informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Scouting nel calcio: quello che devi sapere

Commenti disabilitati su Scouting nel calcio: quello che devi sapere Studiare a Padova

Cos’è lo scouting nel calcio, a cosa serve e quali sono le caratteristiche per poter lavorare nel settore?

L’appeal del mondo calcistico, nel nostro paese, ammalia appassionati, sportivi e tifosi di ogni età, estrazione sociale e sesso.

Provare in qualche modo a farne parte, in maniera attiva e concreta, è il sogno di tanti; ma è soprattutto l’ambizione professionale di moltissimi giovani.

Da nord a sud, da est a ovest, il popolo italiano è cresciuto a ‘pane e calcio’.
E’ inutile provare a negarlo o a nascondersi dietro false modestie: nel profondo dell’animo di ognuno di noi tifosi milita la convinzione di avere doti da osservatore calcistico.

Siamo bravi a commentare, elogiare e criticare tecniche, capacità e predisposizioni; siamo tutti bravi ad elargire consigli e suggerimenti, nella quasi totalità dei casi via etere, su eventuali miglioramenti possibili per quanto riguarda le potenzialità di un giocatore.

E invece lo scouting nel calcio è tutt’altro che un’attività amatoriale, o peggio ancora improvvisata.
La passione per lo sport e una millantata e presunta competenza non sono assolutamente sufficienti per poter svolgere la professione.

Osservatore calcistico: chi è e cosa fa

L’osservatore di calcio è, dal 2015, una figura riconosciuta giuridicamente; in quanto inserita nell’ordinamento della F.I.G.C prevede un iter formativo specifico e un iter burocratico ben definito.

L’articolo 4 del Regolamento definisce così il profilo:

“l’osservatore calcistico svolge, per conto delle società sportive professionistiche, attività concernenti l’osservazione, l’analisi, la valutazione, l’archiviazione e lo scouting di giocatori e squadre. A tale figura sono comunque precluse le attività di cui all’art. 1 comma 2 del presente Regolamento a meno che non sia abilitata anche come Direttore Sportivo”

Per chiarire ulteriormente la definizione, l’articolo 1 mira a separare i profili che operano per società professionistiche dalle figure che invece operano nell’ambito di enti dilettantistici; questi ultimi non possono, secondo il Regolamento, rientrare nella categoria degli osservatori calcistici.

Il ruolo può essere svolto esclusivamente previo conseguimento di un patentino rilasciato dalla stessa FIGC, e può coincidere, in tal caso, con quello del Direttore Sportivo.

Il profilo in analisi può avere una duplice funzione:

  1. individuare, monitorare e analizzare ragazzi promettenti e giocatori con capacità idonee ad assecondare esigenze di schema e di gioco di una squadra; l’attività di scouting in tal caso può avvenire durante una partita o una sessione di allenamento.
  2. Studiare le tattiche e le caratteristiche delle squadre avversarie allo scopo di fornire dettagli tecnici e preziose informazioni all’allenatore con il quale collabora.

Nel primo caso assolve alla funzione di talent scout, nel secondo a quella di osservatore.

A questo punto non è difficile comprendere che il lavoro dell’osservatore calcistico è fondamentale per qualsiasi squadra; è altrettanto facile dedurre che il profilo è associato a buone prospettive di occupazione e di gratificazione economica.

Attenzione però, ciò non significa che sia facile diventare un professionista.

Competenze

Che si tratti di fare scouting per il calcio giovanile, per le serie professionistiche o per quelle dilettantistiche, il cercatore di talenti deve essere adeguatamente formato e deve possedere una serie di conoscenze e abilità.

Analizziamo le più importanti.

Il primo requisito indispensabile è identificabile in una spiccata capacità critica e analitica.

Non basta analizzare caratteristiche quali la tecnica, la velocità, la forza, la flessibilità, la versatilità e la resistenza; per quanto importanti sono elementi che devono essere valutati e considerati in relazione al contesto in cui il calciatore andrà ad inserirsi, quindi anche in relazione agli altri componenti della squadra, alla categoria, allo stesso allenatore e alle relative esigenze.

Dal punto di vista delle competenze professionali deve possedere un approfondito e aggiornato know how in merito agli aspetti giuridici inerenti la materia calcistica.
Considerando il carattere internazionale dello sport tali conoscenze devono spaziare su normative e regolamenti sia italiani che esteri: norme della FIFA in merito ai tesseramenti, ai trasferimenti dei calciatori, alle formalità da espletare.

Da ciò deriva anche la necessità di conoscere le lingue, quanto meno dell’inglese.

Un professionista talent scout si occupa inoltre di stilare relazioni tecniche sui calciatori visionati per poi valutare un eventuale ‘acquisto’.

Con chi collabora

Generalmente il talent scout dei calciatori collabora con tre figure: l’allenatore, il direttore sportivo e il procuratore sportivo.

Per ognuna delle suddette figure svolge una funzione ben precisa.

Per il direttore sportivo rappresenta una figura fidata, della quale avvalersi per rendere vincente la squadra.

Per l’allenatore rappresenta un esperto di tattiche che individua calciatori potenzialmente validi e che allo stesso tempo fornisce informazioni sulle squadre avversarie.

Per il procuratore è colui il quale porta il suo importante contributo nell’individuare e segnalare potenziali talenti.

osservatore calcistico

Formazione

Lo scouting è un’attività che rientra tra le mansioni principali dell’agente sportivo ed è, non a caso, una delle materie incluse nel programma di studi del Corso di Preparazione al concorso erogato dall’Università Telematica Niccolò Cusano.

La struttura didattica mira a fornire ai partecipanti una formazione a 360 gradi, che include nozioni teoriche e metodologie operative.

Nell’ambito delle lezioni sono previsti approfondimenti normativi ed esercitazioni pratiche; ampio spazio è riservato all’attività di scouting e a tutto ciò che riguarda la ricerca di talenti.

L’impostazione del corso mira a stimolare il ragionamento in merito ad argomenti che potrebbero essere oggetto di esame.

Il corso prevede 3 moduli, nell’ambito dei quali è previsto l’approfondimento dei seguenti argomenti:

  1. Ordinamento giuridico generico
    Statuto FIFA e relativo regolamento applicativo
    Statuto FIGC
    Statuto CONI
    Legge n. 91 del 1981
    Accordi collettivi tra società sportive e calciatori professionisti
    N.O.I.F.
    Regolamenti Nazionali FIGC
    Codice di Giustizia Sportiva
  2. Ordinamento giuridico specifico
    Regolamento sullo status e trasferimento calciatori
    Regolamento Intermediari FIFA
    Nuovo Regolamento Procuratori
    Circolari FIFA
    Circolari FIGC
    Contratto di mandato
  3. Tecniche di scouting e attività pratica
    Gli strumenti per lo scouting
    Tecniche di scouting e redazione scheda calciatore
    Modalità di costruzione della rete di contatti nel mondo del calcio

Il programma prevede inoltre una serie di simulazioni delle prove d’esame incentrate su domande a risposta multipla.

Il requisito minimo richiesto per la frequentazione del corso è il possesso di un diploma di scuola media superiore, o in alternativa di un titolo di studio che, in base alla normativa attualmente vigente, risulti equipollente.

Sono inoltre previste alcune casistiche che escludono la possibilità di iscrizione:

  • aver riportato inibizioni in ambito sportivo, complessivamente superiori a 120 giorni, negli ultimi cinque anni ;
  • avere in corso procedimenti disciplinari;
  • aver riportato sanzioni sportive dalle quali scaturisce la preclusione dalla FIGC e da qualunque altra federazione associata alla FIFA;
  • trovarsi in una situazione che risulti incompatibile con la vigente normativa.

Costo

Il corso Unicusano online per Agenti Sportivi prevede un costo annuo di 1.500,00 euro, da corrispondere in 4 rate di pari importo.

È prevista una quota di iscrizione ridotta, pari a 1.300,00 euro, per i calciatori, per gli ex iscritti all’Associazione Italiana Calciatori e per tutti i laureati e laureandi presso la Niccolò Cusano.

Modalità formativa

Per agevolare la frequentazione del corso anche a chi lavora e non ha la possibilità pratica di rispettare vincoli di orario e di presenza in aula, Unicusano mette a disposizione l’innovativa piattaforma e-learning.

Lo strumento, pratico ed intuitivo, consente di accedere al materiale didattico e di seguire le lezioni comodamente da casa, dal pc.

Ognuno è libero di impostare l’apprendimento sulla base delle personali esigenze, necessità e preferenze.

Ora hai tutti gli elementi a tua disposizione per valutare la possibilità di entrare a far parte del mondo dello scouting dei calciatori; per ulteriori dettagli sul corso puoi contattare il nostro staff attraverso il modulo online che trovi cliccando qui!

Informativa ai sensi dell'art. 13 del Decreto Legislativo n. 196/2003

"Codice in materia di protezione dei dati personali" 

Tenuto conto dell'obbligo di informativa nei confronti degli interessati in relazione al trattamento dei dati personali degli studenti, l'Unicusano Università  Telematica Roma, con sede in Roma, in Via Don Carlo Gnocchi 3, in qualità  di titolare del trattamento dei dati Le fornisce le seguenti informazioni:

  1. I dati personali (nome, cognome, indirizzo email, numero di telefono), raccolti attraverso la compilazione del form o al momento dell'immatricolazione, i dati connessi alla carriera universitaria e comunque prodotti dall'Università Telematica nell'ambito dello svolgimento delle sue funzioni istituzionali, saranno raccolti e trattati, nel rispetto delle norme di legge, di regolamento e di principi di correttezza e tutela della Sua riservatezza, per finalità connesse allo svolgimento delle attività istituzionali dell'Università , in particolare per tutti gli adempimenti connessi alla piena attuazione del rapporto didattico ed amministrativo con l'Università ;
  2. Il trattamento sarà  effettuato anche con l'ausilio di mezzi elettronici o comunque automatizzati e può consistere in qualunque operazione o complesso di operazioni tra quelle indicate all'art. 1, comma 2, lettera b) della legge (per trattamento si intende "qualunque operazione o complesso di operazioni svolte con o senza l'ausilio di mezzi elettronici, o comunque automatizzati, concernenti la raccolta, la registrazione, l'organizzazione, la conservazione, l'elaborazione, la modificazione, la selezione, l'estrazione, il raffronto, l'utilizzo, l'interconnessione, il blocco, la comunicazione, la diffusione, la cancellazione e la distribuzione dei dati");
  3. I dati personali saranno inoltre comunicati e diffusi dall'Università  attraverso i propri uffici - sia durante la carriera universitaria dell'interessato che dopo la laurea - a soggetti, enti ed associazioni esterni, per iniziative di orientamento lavoro (stage) e per attività  di formazione post-laurea;
  4. I dati personali potranno essere comunicati ad altri soggetti pubblici quando la comunicazione risulti comunque necessaria per lo svolgimento delle funzioni istituzionali dell'Università  richieste dall'interessato, quali, ad esempio, organi pubblici preposti alla gestione di contributi per ricerca e borse di studio;
  5. Informazioni relative ai laureati, ovvero nominativo, data di nascita, indirizzo, numero di telefono, titolo della tesi e voto di laurea, saranno immesse sulla rete per consentire la diffusione dei dati nell'ambito di iniziative di orientamento di lavoro e attività  di formazione post-laurea.
  6. Per disattivare le future comunicazioni dirette con UNICUSANO o richiedere la cancellazione dei dati personali raccolti può rivolgersi al responsabile del trattamento dei dati personali presso UNICUSANO, via Don Carlo Gnocchi 3, 00166 Roma o inviare una mail con la richiesta di cancellazione all'indirizzo informazioni@unicusano.it. Nei confronti dell'UNICUSANO Università Telematica Roma, Lei potrà  esercitare i diritti previsti dall' art. 7 del Decreto Legislativo n.196/2003, rivolgendosi al responsabile del trattamento dei dati personali presso UNICUSANO, via Don Carlo Gnocchi 3, 00166 Roma.