informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Canzoni per studiare: ecco le playlist per questa sessione

Commenti disabilitati su Canzoni per studiare: ecco le playlist per questa sessione Studiare a Padova

Realizzare una playlist con una selezione di canzoni per studiare può sembrare apparentemente facile.
Molti pensano che basti inserire all’interno della lista i propri brani preferiti, le hit del momento e/o i pezzi suggeriti da elenchi ‘preconfezionati’.

Nessuna delle tre opzioni risulta efficace ai fini di una maggiore concentrazione e produttività nello studio.
Un discorso è realizzare una playlist da ascoltare nel tempo libero, durante l’allenamento in palestra o nei momenti di relax, ma tutt’altra storia è stilare un elenco di canzoni finalizzate a migliorare e stimolare le funzioni della memoria.

Partiamo dalla premessa che la musica ha un potere benefico sull’essere umano: aiuta a rilassarsi, a distrarsi, a migliorare l’umore, ad alleggerire momenti di stress e tensione …

Quello che molti non sanno è che la musica può anche diventare un efficace strumento per migliorare il rendimento scolastico.

A questo punto è d’obbligo una precisazione, rivolta principalmente a chi in questo momento, storcendo il naso, sta pensando che un sottofondo musicale altro non è che una fonte di distrazione: esistono studi e dati statistici che confermano i benefici della musica sugli studenti alle prese con la preparazione di interrogazioni ed esami universitari.

Attenzione però: la scienza dice che c’è musica e musica; la selezione deve essere fatta con criteri ben precisi.
Le ricerche rivelano che i benefici, o eventualmente gli effetti negativi, della musica sugli individui variano da persona a persona. Ognuno deve pertanto essere in grado di capire se un sottofondo musicale può risultare vantaggioso o meno ai fini di una maggiore produttività.

Musica adatta per studiare

Apriamo il nostro post con la selezione di brani, identificati come ideali per studiare, effettuata dal principale servizio di musica in streaming, Spotify, in collaborazione con Emma Kenny, terapista esperta in salute e benessere.

Le playlist individuate sono 5 in quanto si ipotizzano altrettanti momenti della giornata in cui uno studente, generalmente, può concedersi un intervallo musicale:

  1. Prima di scuola / prima dell’inizio delle lezioni all’Università
  2. Metà mattina, ad esempio tra una lezione e l’altra
  3. Pausa pranzo
  4. Metà pomeriggio
  5. Sera prima di addormentarsi

Analizziamo uno per uno i momenti ‘musicali’.

Che tu stia frequentando il liceo o un corso di laurea all’università, prima di iniziare la giornata scolastica l’ideale è concedersi qualche minuto di musica ritmata, ovvero con più di 80 battiti al minuto.

Tra i brani suggeriti:

  • Happy (Pharrel Williams)
  • Sing (Ed Sheeran)

Nell’intervallo di metà mattina, se previsto, dovresti invece prediligere il genere pop, nell’ambito del quale sono stati individuati due brani ‘tipo’:

  • Lividup (Disclosure)
  • Money on my mind (Sam Smith)

La pausa pranzo è un momento importante, durante il quale ci si rilassa e si ricaricano le energie prima di iniziare la sessione pomeridiana di studio.

Un ritmo dalla cadenza regolare è l’ideale per stimolare il relax; non a caso i brani ‘tipo’ individuati da Spotify e dall’esperta terapista sono i seguenti:

  • Safe and Sound (Capital Cities)
  • Revolution 909 (Daft Punk)

Per staccare la spina a metà pomeriggio e mantenere alto il livello di motivazione è consigliabile scegliere canzoni con un ritmo più veloce. Tra i suggerimenti:

  • What I might do (Ben Pearce)
  • Lightning Bolt (Jake Bugg)

La sera/notte, riposare bene è importante, per ricaricare le energie e per prepararsi all’inizio di un nuovo giorno. I brani dotati di effetto ‘calmante’ sono caratterizzati da un ritmo di 50-80 battiti al minuto, come ad esempio:

  • I forget where we were (Ben Howard)
  • All of me (John Legend)

musica per studio intenso

Musica per uno studio intenso

Le ricerche dimostrano che la musica influisce sulle aree del cervello coinvolte nei processi mnestici e nell’attenzione.
Gli stessi studi affermano che a favorire il miglioramento delle prestazioni nello studio è soprattutto la musica strumentale in quanto le parole inducono a spostare l’attenzione sul significato della canzone.

Sulla scia della teoria denominata ‘effetto Mozart’ l’Università Telematica Niccolò Cusano di Padova ha raccolto nell’elenco che segue i pezzi classici che secondo gli studi scientifici aiutano la concentrazione:

  • Le nozze di Figaro: overture (Mozart)
  • Carmen (Bizet)
  • La traviata: preludio primo atto (Verdi)
  • Nona sinfonia (Beethoven)
  • Il Barbiere di Siviglia (Rossini)
  • Rondo alla turca (Mozart)
  • Notturno (Chopin)
  • Quattro stagioni (Vivaldi)

Playlist per concentrarsi

Chiudiamo il nostro post sulle canzoni per studiare con una playlist che raccoglie alcuni dei pezzi più famosi della musica internazionale; si tratta di brani che, nonostante contengano parole, risultano essere particolarmente benefici per la produttività.

  • 7 Seconds (Youssou N’Dour)
  • Leaving New York (R.E.M.)
  • Friday I’m in love (The Cure)
  • Heroes (David Bowie)
  • With or without you (R.E.M.)
  • Wishlist (Pearl Jam)
  • Just like in heaven (The Cure)
  • Animal instict – (The Cranberries)
  • The one I love (R.E.M.)
  • Mad world (Gary Jules)
  • When I was your man (Bruno Mars)
  • Hotel California (Eagles)
  • Paradise (Coldplay)
  • Mirrors (Justin Timberlake)
  • We can’t stop (Miley Cyrus)
  • I wanna be yours (Arctic Monkeys)
  • Don’t worry be happy (Bobby McFerrin)

Noi ti abbiamo fornito qualche idea; a te non resta che individuare i brani più adatti a stimolare la tua concentrazione e inserirli nella playlist da ascoltare durante le prossime sessioni di studio.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali