informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

I 5 falsi miti più comuni della facoltà di psicologia

Commenti disabilitati su I 5 falsi miti più comuni della facoltà di psicologia Studiare a Padova

Hai terminato i tuoi studi delle scuole medie secondarie e stai valutando di iscriverti alla facoltà di psicologia? Bene, non lasciarti ingannare dai falsi miti sulla facoltà di psicologia.

In questa guida l’Università Telematica Niccolò Cusano di Padova ti svelerà i 5 falsi miti più comuni della facoltà di psicologia per cercare ti fare chiarezza sull’argomento e cercare di esserti di supporto nella scelta universitaria.

Innanzitutto, tieni ben presente che studiare psicologia ti consente di acquisire molte competenze diverse, come analizzare i vari comportamenti e capire la fisiologia del cervello.

Inoltre, il fine ultimo dello studio della psicologia è quello di comprendere meglio il funzionamento della mente umana, delle relazioni che si instaurano tra gli uomini e del rapporto che abbiamo con noi stessi.

Un compito scientifico impegnativo e in continua evoluzione: al giorno d’oggi, infatti, la mente umana è sempre più sotto pressione, tra stress, impegni e flusso continuo di notizie.

Falsi miti facoltà Psicologia

Sei ancora indeciso se scegliere o no un indirizzo universitario in psicologia? Vediamo allora quali sono i falsi miti da sfatare sulla facoltà di psicologia.

E se sei uno studente padovano e intendi essere aggiornato su didattica e possibili sbocchi lavorativi di questa facoltà, ti basta solo contattare attraverso l’apposito form online la facoltà di Psicologia a Padova di Unicusano.

Nel frattempo, vediamo da vicino i 5 falsi miti più comuni della facoltà di psicologia:

1. Si studia poco

Sicuramente questo è il “falso mito” più diffuso sulla facoltà di psicologia. Ovviamente le cose non stanno così. Infatti, non esiste ancora una facoltà che sia semplice e che non richieda impegno e dedizione.

Quella di psicologia non è da meno. Richiede grande costanza sia in termini di studio che di attenzione. Per questo è decisamente falso affermare che nella facoltà di psicologia si studi poco.

È altrettanto falsa la diceria secondo cui la laurea in psicologia si consegue con relativa facilità. È un percorso costellato di materie più agevoli (e non) di altre, così come in qualsiasi facoltà.

2. Propone una formazione generica

Un altro falso mito molto diffuso sulla facoltà di Psicologia è quello che riguarda l’offerta formativa, giudicata troppo generica. Sbagliato, perché tale facoltà si articola in un quinquennio strutturato in laurea triennale e in laurea magistrale (biennale).

Ad esempio, tra le materie oggetto di studio del percorso triennale troviamo:

  • Psicologia generale
  • Psicologia dello sviluppo
  • Psicometria
  • Fondamenti anatomo-fisiologici dell’attività psichica
  • Sociologia generale
  • Informatica
  • Lingua inglese
  • Fisiologia del comportamento
  • Psicologia sociale
  • Psicologia dinamica
  • Antropologia culturale
  • Psicologia del lavoro
  • Psicologia della personalità
  • Psicobiologia
  • Psicologia clinica
  • Economia aziendale/Psicologia della salute e del benessere
  • Psicologia della percezione
  • Sociologia del turismo e del territorio/Teorie e tecniche del colloquio

Tra quelle, invece, della laurea specialistica (che possono variare a seconda dell’indirizzo scelto) vi sono, giusto per farsi un’idea:

  • Psicologia dei processi cognitivi
  • Neuropsicologia
  • Psicologia dei processi mnestici e motivazionali
  • Tecniche di ricerca e analisi dei dati
  • Psicologia dello sviluppo e cognizione sociale
  • Progettazione e valutazione dell’intervento
  • Psicologia dei gruppi
  • Sociologia dei processi economici e del lavoro
  • Psicologia clinica (corso avanzato)
  • Organizzazione aziendale
  • Psicologia dell’handicap e della riabilitazione
  • Psicofarmacologia/Psicopatologia generale
  • Psicologia dello sport
  • Laboratorio di etica e deontologia
  • Psicologia dei gruppi
  • Psicodiagnostica
  • Psicologia delle organizzazioni

Tutte queste materie ti daranno una preparazione ampia e completa nel settore in cui andrai ad operare. Oltre alla certezza della multidisciplinarità, Psicologia si distingue come una branca della scienza in continua evoluzione che richiede corsi di aggiornamento e master di specializzazione.

3. È un corso di studi solo “teorico”

Tra i falsi miti di psicologia da sfatare vi è quello che riguarda l’aspetto solo “teorico” dell’insegnamento. Infatti, oltre alle molte materie da affrontare durante i cinque anni della triennale e della magistrale, nel percorso di studi della facoltà di psicologia sono previsti anche dei tirocini formativi.

I tirocini danno la possibilità agli studenti di mettere in campo e, dunque, di “rendere concreto” quanto appreso durante le lezioni, configurandosi, in molti casi, come trampolino di lancio nel mondo del lavoro.

4. Diventerai un professionista “solo” a servizio del prossimo

Pensare che il laureato in psicologia sarà (solo) il conforto di chi ne avrà più bisogno è un’altra credenza sbagliata sulla facoltà di psicologia. Al contrario, studiare psicologia darà dei benefici anche a te in prima persona: svilupperai, infatti, una grande capacità di pensare con un approccio critico, “allenandoti” costantemente a riflettere. Inoltre, migliorerai notevolmente la tua capacità di comunicare, imparando a gestire le emozioni ed a comprendere il linguaggio del corpo, facilitando la comunicazione interpersonale.

5. Non offre molte possibilità lavorative

Un’altra credenza molto comune è che la laurea in psicologia porti soltanto a dover svolgere la professione dello psicologo. Esistono, in realtà, vari sbocchi lavorativi per chi si laurea in psicologia che non riguardano soltanto la psicoterapia e la psicoanalisi.

I neolaureati in psicologia possono, infatti, trovare impiego all’interno di contesti clinici, di riabilitazione, di selezione e ricerca del personale, della formazione o, ancora, nell’attività di consulenza sia nel settore pubblico che in quello privato.

Falsi miti psicologia? Sciogli i dubbi

Ora che ti abbiamo chiarito i più diffusi falsi miti della facoltà di psicologia, sei pronto ad iscriverti, speriamo, più a cuor leggero!

Credits immagine: DepositPhoto.com/yacobchuk1

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali