informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Film sui cambiamenti climatici: ecco quelli da vedere

Commenti disabilitati su Film sui cambiamenti climatici: ecco quelli da vedere Studiare a Padova

La possibilità di rendere estremamente realistica un’immagine, unita alla straordinarietà degli effetti speciali, consente di realizzare film sui cambiamenti climatici di enorme impatto emotivo.

La combinazione tra le delicate tematiche ambientali e il cinema è finalizzata a sensibilizzare l’opinione pubblica sul surriscaldamento globale e sulle conseguenze per il pianeta.

L’innalzamento della temperatura media e i bruschi cambiamenti climatici determinati dall’inquinamento rappresentano la potenziale causa di fenomeni catastrofici: uragani, alluvioni, scioglimenti dei ghiacciai …

Il mondo del cinema si mostra sempre più attento alla tematica ambientale attraverso la produzione di pellicole che mirano ad evidenziare la problematica e a far riflettere lo spettatore.
L’obiettivo di registi e produttori è sensibilizzare l’opinione pubblica sulle conseguenze devastanti provocate dal cambiamento climatico.
Come spesso accade la linea dura risulta essere la più efficace, soprattutto quando si tratta di colpire la massa; per tale motivo ci si avvale di scene apocalittiche che lasciano un senso di allarmismo nello spettatore.

Dai disaster movie ai film documentario la produzione cinematografica relativa al tema del climate change annovera centinaia di titoli.

In questo post l’Università Telematica Niccolò Cusano di Padova ha raccolto quelli che, secondo la critica generale, meritano di essere visti.

Una scomoda verità

Anno di produzione: 2006
Regia di Davis Guggenheim
Con: Al Gore

An Inconvenient Truth, titolo originale di ‘Una scomoda verità’, è un film documentario sui cambiamenti climatici che segue la campagna ecologista di Al Gore.

Spaventosamente realistico, il cine-notiziario si focalizza sulla campagna intrapresa dell’ex vicepresidente degli Stati Uniti all’indomani della sconfitta elettorale.

Il protagonista è interpretato in prima persona da Al Gore il quale si impegna in una vera e propria crociata volta a sensibilizzare il mondo in merito al surriscaldamento del paese.

Durante il tour, organizzato in quattro punti della terra, emerge un ritratto del pianeta sconfortante, nell’ambito del quale vengono portati alla luce i dati e le previsioni di accurate analisi piuttosto preoccupanti per il futuro della terra e per la sopravvivenza dell’uomo.

Allo stesso tempo la disastrosa analisi in merito all’alta concentrazione di CO2 risulta essere ‘scomoda’ per i governi e per i relativi interessi economici e politici.

A undici anni dall’uscita nelle sale cinematografiche della prima pellicola, Al Gore riprende l’argomento in una sorta di sequel ‘Una scomoda verità 2’.
Ancora una volta il documentario si focalizza sul tema del surriscaldamento terrestre, sugli effetti e sulle possibili soluzioni per arginare la problematica.

Geostorm

Anno di produzione: 2017
Regia di Dean Devlin
Con: Gerard Butler, Jim Sturgess, Abbie Cornish, Andy Garcia, Ed Harris, Alexandra Maria Lara

Tra i film sul clima recenti segnaliamo Geostorm, realizzato da Warner Bros.

La pellicola, una sorta di thriller fantascientifico, mostra in maniera estremizzata gli effetti del cambiamento climatico.

In seguito a una serie di disastri naturali i principali leader mondiali si riuniscono per accordarsi su eventuali misure preventive.
La soluzione viene identificata in una rete di satelliti, posizionati intorno alla terra con l’obiettivo di monitorare le condizioni meteorologiche e allontanare le catastrofi naturali.

Dopo un iniziale successo i sofisticati strumenti mostrano segni di malfunzionamento diventando causa di tsunami, frane, terremoti e uragani.

Il tentativo di salvare il mondo da una catastrofe imminente è affidata a due fratelli, inviati nello spazio allo scopo di individuare la causa del malfunzionamento dei satelliti, prima che una ‘Geostorm’ spazzi via la il pianeta terra.

L’alba del giorno dopo

Anno di produzione: 2004
Regia di Roland Emmerich
Con: Dennis Quaid, Jake Gyllenhaal, Emmy Rossum, Dash Mihok, Jay O. Sanders, Sela Ward

Firmato dal regista di Independence Day, Roland Emmerich, ‘L’alba del giorno dopo’ (dal titolo originale The day after Tomorrow) rientra nella categoria dei film catastrofici. Si tratta infatti di un disaster movie dal sapore fantascientifico.

La forza, il realismo e la spettacolarità degli effetti speciali è finalizzata a sensibilizzare l’opinione pubblica sui devastanti effetti dei cambiamenti climatici.

La trama si focalizza sulla figura di Jack Hall, climatologo dedito ad analizzare l’inaridimento del pianeta.

Dalle sue ricerche emerge un surriscaldamento del globo estremamente pericoloso e potenzialmente catastrofico.

Le previsioni di Hall si trasformano pian piano in realtà.
In diverse parti del mondo si registrano eventi meteorologici inspiegabili e preoccupanti: enormi chicchi di grandine a Tokyo, tornadi a Los Angeles, violentissimi uragani alle Hawaii.

Il protagonista lancia l’allarme in merito ad una nuova ed imminente glaciazione ma, per convenienza o per superficialità, non viene creduto.

Le conseguenze saranno ‘glaciali’ …

L’11 ora

Anno di produzione: 2007
Regia di Nadia Conners, Leila Conners Petersen
Con: Leonardo di Caprio, Kenny Ausubel, Janine Benyus, Gloria Floria, Sylvia Earle Ph.D.

Continuiamo il nostro elenco di suggerimenti con ‘l’11 ora’, film documentario sui cambiamenti climatici che fa il punto, tutt’altro che rassicurante, sullo stato di salute del nostro pianeta.

La pellicola è prodotta e narrata da Leonardo Di Caprio, attore noto per il suo impegno nella protezione dell’ambiente.

Attraverso interviste a personaggi pubblici, testimonianze di scienziati, contributi di intellettuali ed esperti ambientalisti il documentario mostra il preoccupante degrado in cui versa il nostro ecosistema.

Il focus sul riscaldamento globale del pianeta, a tratti visionario e a tratti estremamente realistico, mira a sensibilizzare lo spettatore e a farlo riflettere sulla gravità delle problematiche ambientali.

La pellicola propone, piuttosto esplicitamente, una serie di soluzioni incentrate sul concetto di crescita sostenibile, finalizzate ad invertire la rotta e ad evitare che la terra continui la corsa verso quella che viene definita l’11 ora, il punto di non ritorno identificato nella rovina del pianeta.

film sul clima

Punto di non ritorno (Before the flood)

Anno di produzione: 2016
Regia di Fisher Stevens
Con: Leonardo di Caprio, Bill Clinton, John Kerry, Barack Obama

‘Punto di non ritorno’ (dal titolo originale ‘Before the Flood) è un documentario voluto e ‘interpretato’, ancora una volta, da Leonardo di Caprio, ecologista e messaggero di pace alle Nazioni Unite. Temporalmente e concettualmente può essere considerato come il sequel de ‘L’11 ora’.

La pellicola trae spunto dal dipinto del pittore olandese Bosch: il Giardino delle Delizie, nel quale viene rappresentata la metafora della distruzione del paradiso terrestre, causata proprio dal genere umano.

Attraverso il film-documentario, che segue Di Caprio in un viaggio nei cinque continenti (compreso il Circolo Polare Artico), l’attore intende lanciare un messaggio di allarme, a allo stesso tempo di aiuto, invitando la società e le istituzioni ad incamminarsi sulla strada dell’ecosostenibilità al fine di evitare una catastrofica fine della vita sul pianeta Terra.

Chasing Ice

Anno di produzione: 2012
Regia di Jeff Orlowski
Con: James Balog, Svavar Jonatansson, Adam LeWinter, Louie Psihoyos, Kitty Boone

Chiudiamo il nostro elenco di film sui cambiamenti climatici con ‘Chasing Ice’, il documentario realizzato dal fotografo di National Geographic James Balog.

Nel corso di un viaggio in Antartide, commissionato dalla stessa National Geographic, il protagonista del lungometraggio studia i cambiamenti climatici attraverso l’analisi dei ghiacciai.

Appurata la tragica situazione della calotta antartica il fotografo, con la collaborazione di alcuni giovani studiosi, organizza la spedizione EIS (Extreme Ice Survey) finalizzata e raccontare e documentare attraverso le immagini l’inarrestabile declino dei ghiacciai.

I documenti fotografici, che montati in sequenza mostrano le tragiche conseguenze del surriscaldamento globale, provengono dal lavoro di decine di macchine digitali installate in Alaska, Groenlandia e Montana.

Se dopo aver visto i film sui cambiamenti climatici che ti abbiamo appena suggerito vuoi approfondire  e trasformare la tua grande attenzione verso la sostenibilità in una professione, ti consigliamo di dare un’occhiata alla proposta Unicusano e in particolare ai master post-laurea afferenti le tematiche ambientali.

Contattaci attraverso il modulo che trovi qui per avere informazioni e dettagli in merito ai percorsi di specializzazione di I e II livello.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali