informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

I 5 fumetti divertenti da leggere nel tempo libero

Commenti disabilitati su I 5 fumetti divertenti da leggere nel tempo libero Studiare a Padova

Ti sei appassionato di recente al genere fumettistico e sei alla ricerca di fumetti divertenti da leggere nel tempo libero?

Se la risposta è affermativa allora devi assolutamente fermarti qualche minuto su questa pagina.

Prima di addentrarci nell’affascinante universo fantastico delle vignette è d’obbligo una premessa tesa a sfatare una convinzione piuttosto comune: i fumetti non sono roba per ragazzini.

A differenza di quello che i più superficiali pensano, la lettura di una striscia fumettistica non offre soltanto l’occasione per staccare la spina dalla realtà e per concedersi un momento di svago: la lettura di un fumetto, attenta e non superficiale, può anche far riflettere sulle piccole cose della vita, che talvolta trascuriamo e che invece dovremmo riscoprire per ‘riscoprire’ il senso più autentico e genuino dell’esistenza umana.

Le migliori strisce a fumetti: 5 titoli

Dopo la nostra breve premessa pseudo-filosofica è tempo di scoprire quali sono i titoli da leggere assolutamente.

Di seguito l’Università Telematica Niccolò Cusano di Padova ha raccolto 5 fumetti che meritano di essere letti; qualcuno ha fatto la storia del genere intrattenendo intere generazioni di lettori, qualche altro è più recente, ma è comunque degno di nota per il successo che è riuscito a conquistare in poco tempo.

1 – Lupo Alberto

Appassionato o no sicuramente conosci Lupo Albero, il simpatico lupo azzurro diventato nel tempo una vera e propria icona del fumetto per il suo umorismo che alterna tratti adulti a tratti bambineschi.

Il personaggio, un eterno romanticone fuori dagli schemi, nasce dalla matita di Guido Silvestri, in arte Silver, ed esordisce sul Corriere dei ragazzi nel 1974.

Le prime storie sono pubblicate in bianco e nero; il pelo azzurro del lupastro è frutto di un errore di stampa che lo ha visto comparire sulla copertina della rivista con una pelliccia dal colore decisamente particolare.

Lupo Alberto fa parte di un assortito gruppo di personaggi, le cui storie si sviluppano nell’ambito della fattoria McKenzie; ricordiamo in particolare Enrico la talpa, Marta la gallina e Mosé il cane.

La particolarità del protagonista non è data soltanto dalla colorazione del suo pelo ma anche da un’insolita peculiarità caratteriale: pur essendo nell’indole della sua specie Lupo Alberto non mangia le galline, piuttosto le corteggia.
Non a caso il suo amore per Marta, una gallina, è uno dei temi principali intorno ai quali ruotano le storie del fumetto.

Tra battute di satira sulla società italiana e gag umoristiche sul mondo politico il lupo più famoso dei fumetti è stato protagonista di numerose iniziative educative e, molto spesso, di campagne di sensibilizzazione sociale su commissione.

2 – Tiramolla

Tra i fumetti divertenti in italiano è d’obbligo citare Tiramolla, uno dei più amati dalle generazioni degli anni ’50 e ’60 e considerato oggi un cult del genere.

Il carismatico personaggio nasce da un’idea di Roberto Renzi e dalla matita di Giorgio Rebuffi.
Il suo esordio è datato 8 agosto 1952, giorno in cui appare per la prima volta sul mensile Cucciolo (Edizioni Alpe), la rivista il cui nome si ispirava all’omonimo protagonista che insieme a Beppe ne animava le pagine.

Un incidente di laboratorio è l’evento dal quale viene fuori colui che viene definito ‘il figlio del caucciù e della colla’, Tiramolla, che vanta una caratteristica piuttosto particolare: un corpo esile e gambe lunghissime che hanno la capacità di allungarsi di svariati metri.

A meno di un’anno dalla comparsa sulla rivista viene realizzata la prima testata intitolata ‘Tiramolla’, totalmente indipendente da ‘Cucciolo’.
Al protagonista principale vengono così affiancati nuovi e bizzarri personaggi: Saetta, il maggiordomo; Ullaò, il cane nato da un pezzetto di pelle di Tiramolla e pertanto dotato delle stesse capacità elastiche; Padre Swing, il frate manesco; l’Ammiraglio; Caucciù, il nipote di Tiramolla dotato della stessa capacità dello zio di allungarsi a dismisura; Pugacioff, il lupo prepotente dall’accento russo; il Ragionier Rossi; l’Avvocato del Diavolo.

3 – Cattivik

Tra i personaggi più iconici dei fumetti non può mancare Cattivik, il genio nero del male nato dalla creatività di Franco Bonvicini, in arte Bonvi, già famoso per la serie fumettistica satirica delle Sturmtruppen.

Il personaggio esordisce nel 1964, nel periodo in cui la scena del fumetto è dominata dal genere ‘nero’ e da personaggi come Diabolik, Kriminal e Satanik.

Cattivik, il cui nome è chiaramente ispirato alla ‘k’ nel nome dei cattivi appena citati, appare per la prima volta su un giornale studentesco modenese come l’antagonista del gruppo musicale ‘I Gatti’.

Attraverso il buffo e goffo protagonista Bonvi riesce perfettamente nel suo intento di prendere in giro i criminali dei fumetti, al tempo in voga tra gli appassionati del genere, con parodie esilaranti e a tratti surreali.

A partire dal 1972, dal momento che l’autore-disegnatore di Cattivik inizia a lavorare ad un nuovo progetto fumettistico, il personaggio viene affidato a Silver.

Conosciamo più da vicino il genio nero del male …

Cattivik è un aspirante criminale, dalla forma fisica molto simile a quella di una pera.
Vive nelle fogne della città, ossessionato dal desiderio di diventare un cattivo, diabolico e spietato.

É solito aggirarsi per le strade cittadine al calar del buio, alla ricerca di qualche spunto per una rapina o un sequestro.
Purtroppo però lo sfortunato e impacciato personaggio fallisce continuamente nel suo intento di portare a termine con successo un colpo.

Ciò in cui invece riesce benissimo è far ridere i suoi lettori.

fumetti divertenti in italiano

4 – Mafalda

Nata dalla matita del disegnatore Argentino Quino, il fumetto di Mafalda, nonostante i suoi oltre 50 anni di età, riesce ancora oggi a far sorridere e a far riflettere …

La sua nascita è legata a un episodio particolare, il lancio di una linea di elettrodomestici denominata Mansfield, per la quale era prevista una promozione incentrata su strisce umoristiche.

La campagna pubblicitaria non fu mai lanciata effettivamente sul mercato.

Il fumetto viene pubblicato sul settimanale Primera Plana, nel 1964, e sul quotidiano El Mundo, nel 1965, riscuotendo un enorme successo per l’ironia con la quale la protagonista affronta i principali temi di attualità.

La creatura di Quino, successivamente affiancata da altri personaggi, è una bambina dal viso enorme e dai capelli nero corvino; è intelligente, curiosa e polemica.
Ama leggere i giornali, guardare la tv, ascoltare la radio e interessarsi di tutto ciò che succede intorno al lei e nel resto del mondo.
Dalla sua curiosità nascono domande e osservazioni intelligenti, tutt’altro che infantili, sulla politica, sulla condizione della donna, sul calcio e sulla guerra.

Le sua idea di giustizia, la sua ironia, le sue riflessioni e il suo modo di esprimersi, senza mezzi termini, hanno conquistato intere generazioni di lettori, giovani e meno giovani, rendendola una vera e propria icona del fumetto.

5 – A Panda Piace

Concludiamo il nostro elenco di fumetti divertenti da leggere con un titolo decisamente più recente di quelli fino ad ora proposti: A Panda Piace.

Si tratta di un webcomic italiano, apparso in rete per la prima volta nel 2008, il cui protagonista è diventato in poco tempo uno dei personaggi più amati dagli utenti del web.

Creato da Giacomo Bevilacqua Panda ha ispirato libri, cartoni animati, libri, riviste e tanti simpatici gadget.

Le strisce a fumetti ruotano intorno ad un panda, un pò pigro, che palesemente incarna pregi e difetti dell’uomo comune che vive nell’attuale società.

Il successo del personaggio è legato al suo modo ironico di esaltare gli aspetti più semplici della quotidianità, quelli che la società frenetica e super-impegnata tende oggi a dare per scontate, o peggio ancora a perdere completamente di vista.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali