informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Metodi per rilassarsi: ecco quelli da conoscere

Commenti disabilitati su Metodi per rilassarsi: ecco quelli da conoscere Studiare a Padova

I ritmi quotidiani sempre più frenetici, il problema della disoccupazione, la crisi economica, tragedie e disastri naturali sono soltanto alcuni dei motivi per i quali la società odierna è sempre più stressata ed è alla continua ricerca di metodi per rilassarsi.

L’attuale contesto socio-economico è causa di incertezza, tensione e preoccupazione, sensazioni alimentate da un continuo bombardamento di notizie negative da parte dei media.

Ecco perchè si registra a livello generale un dispendio di energie superiore a quanto il corpo umano è capace di sopportare; ed ecco perchè lo stress è diventato una condizione dalla quale è difficile uscire.

Con l’obiettivo di fornire un aiuto concreto ai propri studenti, che alle preoccupazioni per un futuro incerto aggiungono quelle per gli esami da superare e i corsi di laurea da portare a termine con successo e nel minor tempo possibile, l’Università Telematica Niccolò Cusano di Padova ha realizzato un post dedicato alle strategie più efficaci per rilassarsi.

Dal rilassamento zen all’esercizio fisico ecco qualche suggerimento pratico per riconquistare la serenità.

Prima di addentrarci nell’ambito di tecniche e suggerimenti per rilassarsi è fondamentale una premessa: per combattere e sconfiggere l’ansia bisogna conoscerla.

Innanzitutto bisogna essere in grado di riconoscere il fatto di essere vittima di stati ansiosi.
Sembra un passaggio scontato eppure ti assicuriamo che talvolta, a causa dei ritmi quotidiani, non ci si rende neppure conto di essere stressati.

Maturata la consapevolezza che l’ansia si è subdolamente impossessata del nostro corpo e della nostra mente è necessario analizzarla e comprenderne le dinamiche.

Il modo migliore per effettuare un’analisi accurata è appuntare su un quaderno le emozioni di quando ti senti particolarmente stanco e nervoso, le situazioni in cui l’ansia fa sentire il proprio peso e i sintomi fisici correlati ai momenti particolarmente stressanti.

Il diario consente di avere una panoramica generale della problematica e di individuare le eventuali situazioni sulle quali intervenire per combattere l’ansia.

Come rilassarsi: tecniche, pensieri e abitudini

Enriamo nel vivo del nostro post e cerchiamo di capire quali sono le metodologie e gli approcci mentali più efficaci per rilassare corpo e mente.

Nei paragrafi che seguono troverai, suddivisi per punti, alcuni suggerimenti che ti aiuteranno a ritrovare la serenità giusta per affrontare la vita di tutti i giorni e per superare eventuali ostacoli e difficoltà senza diventare vittima dello stress.

Ci teniamo a precisare che non ti sveleremo formule magiche.
Non trattandosi di tecniche particolarmente impegnative, ti suggeriamo di testarle per apprezzarne i benefici.

Il respiro

Iniziamo con il più classico dei suggerimenti per rilassarsi, ossia respirare.

Ora qualcuno starà pensando che per quanto una persona possa essere ansiosa, stressata e preoccupata non smette mai di respirare … fortunatamente!

Ok, tutti d’accordo: la respirazione è un processo meccanico.

Attenzione però, il respiro, in funzione dello stato emotivo, modifica i suoi parametri relativi a ritmo, spazio e forma; la qualità della respirazione, in alcuni momenti, può risultare insufficente e portare ad un aumento del livello di ansia. Al contrario una respirazione corretta può aiutare corpo e mente a rilassarsi.

Il ‘segreto’ per respirare bene è concentrarsi su una respirazione cosciente.

Facciamo un esempio per chiarire meglio il concetto.

Quando sei particolarmente nervoso il respiro diventa superficiale e frequente; la tendenza è quella di utilizzare soltanto la parte alta dei polmoni.
Quando invece sei rilassato il respiro risulta più profondo e lento.

É facile a questo punto affermare che per rilassarti devi tenere sotto controllo il respiro, avvalendoti di quella che comunemente viene definita ‘respirazione diaframmatica’.

Ricordati di focalizzare l’attenzione sull’aria che inspiri dalle narici, sull’addome che si gonfia e sulla stessa aria che dopo aver percorso la sua strada riesce dalle narici portandosi via le tensioni.

I pensieri

Indirizzare i pensieri verso cose e situazioni rilassanti è il modo migliore per combattere l’ansia.

Ti sarai probabilmente accorto che nei momenti di forte agitazione distogliere la mente da negatività e catastrofi imminenti è tutt’altro che semplice.

Ecco perchè per quanto possa apparentemente sembrare banale, correggere l’atteggiamento mentale quando il cuore batte all’impazzata, le mani tremano e la sensazione di assenza d’aria affatica il respiro è piuttosto difficile.

Per riuscire nell’intento è importante giocare d’anticipo, individuando gli ancoraggi ai quali affidare i pensieri quando la situazione sta per sfuggire di mano e l’ansia sta per raggiungere livelli eccessivamente elevati.

Pensa ad esempio ad un momento della tua vita in cui ti sei sentito completamente rilassato; cerca di riviverlo rendendo il ricordo più reale possibile.
Immagina suoni, colori, profumi e prova a sentire le emozioni trasmesse dal quel momento di particolare relax.

L’azione

Quando ci si ritova a vivere una situazione di grande stress la mente tende a focalizzarsi sull’ansia che ne deriva.
L’atteggiamento risulta essere estremamente controproducente in quanto contribuisce ad alimentare l’agitazione.

Il segreto per distrarre la mente dal loop di pensieri ansiogeni è dedicarsi a qualcosa di pratico, che richieda un minimo di coinvolgimento e impegno mentale.

Il running

La corsa è una tendenza, è una passione, è un’attività fisica, ma è anche un ottimo modo per scaricare la tensione che causa stress e ansia.

É scientificamente provato che il running aumenta i livelli di serotonina, ossia l’ormone del buonumore; inoltre la corsa produce endorfine, calmanti naturali per il cervello.

Numerosi studi hanno dimostrato che, al pari di una terapia farmacologica, correre con regolarità e costanza sortisce effetti benefici sul controllo di ansia e depressione.

rilassamento zen

Lo Yoga

In un post dedicato alle tecniche per rilassarsi non può mancare lo Yoga, la pratica millenaria notoriamente benefica per il benessere di corpo e mente.

La disciplina, basata sulla meditazione e sulla consapevolezza di se stessi, attraverso le sue posizioni e le sue pratiche respiratorie agisce sul piano emotivo.

Tra i benefici fisici che contribuiscono anche al benessere mentale rientra la regolarizzazione della frequenza cardiaca.

Il contatto con la natura

Per alcune persone il contatto con la natura rappresenta una vera e propria cura per l’ansia.

Camminare su un prato o passeggiare sulla spiaggia sono attività semplici che abbassano i livelli di stress e favoriscono un senso di calma e serenità.

La soluzione risulta particolarmente efficace per alleviare l’agitazione di chi vive in città e quotidianamente è sottoposto ai ritmi, allo smog e ai rumori cittadini.

La musica

Gli effetti benefici della musica sulla salute mentale e sull’umore sono noti fin dai tempi degli antichi filosofi.

Oggi la ricerca scientifica ha ampiamente dimostrato la capacità concreta del suono di alleviare lo stress al punto da essere considerato un potente antidepressivo.

Il genere che più di ogni altro favorisce il relax è identificato nella musica classica e/o strumentale.
In linea generale ogni individuo, a seconda dei propri gusti e delle proprie predisposizioni, identificherà la sua playlist rilassante.

Hobby e passioni

Concludiamo il nostro post dedicato ai metodi per rilassarsi con la riscoperta delle passioni, medicina naturale per l’ansia.

Dedicarsi al proprio hobby preferito, che si tratti di un’attività manuale, di un’attività creativa o semplicemente della lettura di un libro, contribuisce in maniera eccellente a sviluppare un’impagabile sensazione di pace interiore.

Sappiamo bene che al giorno d’oggi i mille impegni quotidiani costringono a ritmi serrati, a tratti forsennati; riuscire a trovare un pò di tempo libero da dedicare alle proprie passioni non è semplice, ma non è neanche impossibile.

Con un pò di impegno chiunque può riuscirci e apprezzarne i benefici.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali